• Francesco Cacciola

Sotto un cielo senza stelle

Sentirsi coperti e non avere facolta di farlo. Questo è il grande dramma, avere la percezione delle cose - di ogni cosa e non comprendere fino in fondo quanto realmente sia cosi. Quanto davvero ti senti effetivamente coperto e non sotterrato.

Riflettendo su tutto, su ogni cosa - anche la più semplice. E' più facile pervadere che combattere. Non battaglie fisiche, emotive o di posizionamento. Battaglie di vita, vera - pura - reale.

E' cosi che vedo il cielo se non vi sono stelle - vuoto, profondo - infinito interminabile come le paure, come le angosce come il senso di nulla che ci coinvolge.



11 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti

31 Luglio

28 Luglio

Alba