• Francesco Cacciola

Il mio sorriso

Il mio sorriso certe volte inganna, cela dentro le sue morbide sembianze tante circostanze. Certe liete altre possono turbare. Però è sempre li stampato come se fosse dipinto sul mio volto. Vuoi – che sia sempre imbronciato? Credo sempre, non smetto mai di sperare, inseguire, conseguire. Ci provo almeno fa’parte di me, io sono cosi un segno + steso su una stesa di segni meno. Saltello da un negativo all’ altro e resto in equilibrio. Vuoi che sia un sognatore che non si è ancora imbrattato di realtà, vuoi che nella leggerezza non esiste peso.Io mi infango ogni giorno nelle pozze sporche di acqua stagna – ma so di non voler cadere in quel tranello che può essere la presunzione di essere immortale o più forte. Nel vivere credo invece, nei pensieri che appesantisco il mio cuore, ma si sa’ l’equilibrio è bilanciare il peso della vita con la leggerezza della tua anima. Bilanciare il peso della vita con la leggerezza della tua anima. Bilanciare il peso della vita con la leggerezza della tua anima. E solo in quel momento capire che cosi si può anche volare.

2 visualizzazioni

3313071863

CCCFNC75D19M208W

©2020 di Francesco Cacciola